ATTENZIONE ALLA CULTURA!

Alle 5 di mattina del 24 febbraio 2022, Putin ha ordinato bombardamenti aerei su tutte le città ucraine più importanti. Ovviamente il primo pensiero va al grande numero di vittime che tale ordine ha causato.

Un’altra riflessione va tuttavia anche ai danni sui monumenti che gli attacchi possono causare. Infatti si rischia di eliminare in pochi secondi alcuni dei monumenti storici e artistici più importanti della nazione ucraina.

Intento dell’articolo è quello di informare i lettori dei monumenti presenti sul suolo nazionale, da quelli di età medioevale fino a quelli più recenti.

Cattedrale di S. Sofia, Kiev

Non possiamo non iniziare da Kiev, la capitale che ha subito il primo attacco e in particolar modo parlare della celebre cattedrale di S. Sofia, che porta con sé ben 1000 anni di storia. È infatti un monumento dell’XI secolo caratterizzato da cupole dorate che ricordano molto quelle della bella S. Marco a Venezia. Le cupole spiccano per i loro colori oro e verde, mentre l’architettura esterna è di un magnifico bianco. All’interno vi sono sia mosaici di soggetto religioso, come il principale con la Vergine adorante, ma anche dipinti che rappresentano i principi di Kiev nel corso dei secoli. Questo era infatti anche un luogo di sepoltura degli esponenti di governo e dunque il suo studio ci permette di conoscere la storia ucraina dall’XI secolo fino agli anni ’30, quando rischiò di essere distrutta dall’invasione tartara e poi fino agli anni ’80 quando rischiò di essere demolita a causa della politica antireligiosa dell’URSS. Curiosa è la leggenda che i cittadini di Kiev le attribuiscono: fin quando la cattedrale starà in piedi, il paese sarà salvo.

Monastero delle grotte, Kiev

Sempre a Kiev inoltre è presente il Kyevo Pečers’ka Lavra, ossia un monastero sotterraneo in cui sono conservate le teche e i monumenti funebri dei monaci ucraini a partire dal 1050 circa, data di fondazione del complesso. Le teche si trovano al di sotto del monastero che si dipana in cunicoli e in due grotte sotterranee dette le grotte gemelle. Per i fedeli, questo è un luogo di raccoglimento estremamente importante carico di enfasi e di spiritualismo. Inoltre per quanto riguarda prettamente il campo storico, è uno dei monasteri medioevali dell’Europa orientale che si è conservato in ottime condizioni.

Rodina Mat, Kiev

E alla fine lasciamo Kiev soffermandoci su un monumento di arte contemporanea, ossia la statua della Madre Patria che rappresenta la patria che regge in una mano una spada di 16 m e nell’altra uno scudo con lo stemma dell’Unione Sovietica voluta dal governo nel 1980 per ricordare l’importanza dell’URSS contro la Germania nazista durante il secondo conflitto mondiale.

Condividi l’articolo con chi vuoi:
Lucrezia Pia Iacuzio
Lucrezia Pia Iacuzio
Articoli: 44

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.