DEMOCRACY RELOADING: I GIOVANI INSIEME

Il 23 aprile l’Associazione Moby Dick Ets ha scelto come tappa il Comune di Mercato San Severino per spiegare come enti di terzo settore e giovani possano collaborare con le Amministrazioni comunali, portando testimonianza di varie esperienze svoltesi nell’ottica del Democracy Re loading.


All’incontro hanno partecipato: come moderatore dell’evento Paolo Senatore, l’associazione Moby Dick, le province Benevento e Salerno con i presidenti Rosario Madaio (per Salerno) e Daniele Belmonte (per Benevento) e membri del Forum di Sicignano, di Giungano, Comune di Pollica, Comune di Baronissi, Comune di Torrecuso, Comune di Apice, Forum dei Giovani di San Marco dei Cavoti, Comune Sassinoro.


Il sg. Senatore ci ha tenuto a sottolineare come grazie al progetto la provincia di Salerno abbia messo in pagamento ben 33 progetti e soprattutto come i Forum della provincia, non siano campati in aria, ma si impegnino attivamente per promuovere e sostenere il proprio territorio lavorando su una progettualità a lungo termine e creando un contesto di rete.
Questo significa che il Forum non lavora da solo, ma coopera con gli altri Forum territoriali e con gli altri enti del Terzo settore.


Che cos’è un Ente di Terzo settore? È un ente privato no profit che si impegna nel sociale, secondo quanto detto dal decreto legislativo 117 del 2017. Il decreto è entrato in atto solo un mese fa. Gli enti di terzo settori devono essere un ets, avere requisiti di onorabilità e di avere specifiche competenze sui temi trattati.
È quello che è definito turkit e che esiste dal 2015, ossia la cooperazione tra Amministrazione locale e i giovani.


Il turkit si basa su coprogettuazione e coprogrammazione.
La Coprogettazione si basa sull’ascolto della cittadinanza e da questo si immaginano gli interventi da attuare insieme all’amministrazione.
Cooprogrammare significa immaginare il programma da attuare delle attività sul territorio, titolare per essere interpellate dagli enti locali.
Questo fa sì che i giovani comprendano le dinamiche politiche del proprio territorio e che il protagonismo giovanile colleghi il benessere individuale a quello sociale e non solo che i giovani siano protagonisti, ma che siano anche competenti.


Molto spesso infatti vediamo treni pieni di nostri concittadini giovani del Sud che partono per cercare un futuro migliori nelle regioni settentrionali o all’estero.
Ma se il futuro fosse possibile anche qua? È quello che cerca di fare Moby Dick, che ha creato anche un canale Telegram che colleghi le aziende territoriali con i giovani.

Il nostro coordinatore Alexandro Catapano ha presentato le Crono attività svolte nell’arco di quest’anno grazie ai fondi regionali di cui alcune online altre in presenza, tra cui: Redazione Rota blog, rota talk show, pedalata ecologica con Lega Ambiente, riqualificazione della sede e della piazza, Rota Games, Commissione Ambientale, prevenzione al seno, con l’Associazione Noi donne soprattutto, la Calza sospesa.
Alla fine Giuseppe Caruso, Presidente forum regione giovani Campania ci ha tenuto a sottolineare il tema dell’abbandono scolastico, i cui tassi al Sud sono sconcertanti. Molti giovani abbandonano la scuola dopo la terza media, senza concludere la loro formazione.
È compito dunque degli altri giovani aiutare i propri coetanei, ad ascoltare le problematiche del sistema scolastico e aiutare anche i docenti a risolvere determinate carenze.
Dobbiamo sempre ricordare che noi giovani, insieme possiamo realizzare qualsiasi cosa come abbiamo dimostrato noi Forum di Mercato San Severino ri verniciando e dando un aspetto vivibile alla nostra piazza, come dimostrano i giovani che ogni giorno si impegnano nel sociale per se stessi e per la comunità.

Condividi l’articolo con chi vuoi:
Immagine predefinita
Lucrezia Pia Iacuzio
Articoli: 42

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.