CENERENTOLA: LA MODERNITÀ IN SCENA

La fata madrina (Billy Porter) in una scena del film.

Cenerentola è il film di cui tutti parlano, con protagonista Camilla Cabello.


È uscito su Amazon Prime Video il 3 settembre e ha già milioni di visualizzazioni.


Il riproduzione cinematografica promette molto e si rivela come un musical perfetto con omaggi ai più grandi artisti musicali come Madonna, Lady Gaga e i Queen.


In scena si nota una novità molto gradita: la fata madrina è un uomo gay, l’attore Billy Porter, protagonista della serie Netflix Pose. Finalmente un po’ di modernità si intravede anche nel cinema.


Inoltre Cenerentola all’inizio non accetta di sposare il principe per sua volontà, poiché vuole inseguire il suo sogno di diventare modista, ruolo non accettato dalla casa reale. Dunque vediamo in scena una donna forte, indipendente e non come la principessa conosciuta da tutti che viene “salvata” dal principe.


Altro punto a favore è il personaggio della matrigna che non è cattiva come nel cartone animato, ma solo una donna che si è arresa alla società maschilista in cui vive, ma che la sua figliastra Cenerentola cerca in tutti i modi di cambiare.

Il film insegna che chiunque può cambiare il mondo con la propria forza di volontà perché la realtà in cui viviamo dipende dalle nostre scelte.

Condividi l’articolo con chi vuoi:
Default image
Lucrezia Pia Iacuzio
Articles: 36

Leave a Reply