ALÉXANDROS: LE SABBIE DI AMON

Alexandros, le sabbie di Amon, edizione del Corriere della sera, modificato con Canva

Il secondo libro della saga di Alexandros di Valerio Massimo Manfredi è stato ancor più commovente del primo.

Qui Alessandro è cresciuto ed è stato sconvolto dalla morte del padre Filippo, coinvolto in una congiura.
Vediamo inoltre che il figlio si allontana da una madre sempre più opprimente che vorrebbe governare al posto suo è parte per nuovi regni, quello orientali dominati dai Persiani.

Alessandro è qui capo dell’esercito, drastico in alcune situazioni come nella presa di Tiro, ma compassionevole in altre come quando risparmia e rassicura la madre e la moglie di Re Dario suo nemico o quando accoglie Barsine, moglie di Memnone che nonostante sia un nemico viene rispettato dal re poiché suo degno avversario tanto che Alessandro si commuove alla notizia della morte del mercenario greco.

Ma Alessandro è anche nostalgico nel suo incontro col maestro Leonida, ormai vecchio che si fa trasportare in Oriente pur di rivedere il suo allievo prediletto o ancora un fratello malinconico nelle missive alla sorella Cleopatra.

Un aspetto che mi è piaciuto molto è che si dà voce anche ai personaggi femminili, che nella società greca sono considerati oggetti privi di pensieri. È dunque un’attualizzazione di un mondo estremamente maschilista che nel romanzo viene a contatto con la forza e la sensibilità femminili soprattutto nella figura di Barsine, sposa e madre fedele che assiste Memnone fino alla morte, ma allo stesso tempo donna con istinti quando giace con Alessandro.

In conclusione possiamo affermare che Alexandros è sì un romanzo (dunque con alcune particolarità non storicamente corrette), ma se letto con consapevolezza può farci conoscere aspetti del mondo antico che non sono poi così diversi da quelli odierni è può farci comprendere le origini del nostro mondo mettendoci a contatto con una realtà dominata dal mito, dalla religione, ma anche da saldi valori come l’onore, il rispetto è la famiglia.

Condividi l’articolo con chi vuoi:
Lucrezia Pia Iacuzio
Lucrezia Pia Iacuzio
Articoli: 44

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.